Oasi Le Mortine – Un prezioso scrigno incastonato tra gli Appennini.

Sist

A cura di Giovanni Capobianco

Nel 1987 il WWF aveva indentificato la località “Mortine”, nei pressi della zona denominata “Presa Volturno Enel”, nel territorio di Capriati a Volturno e Venafro, come un’area a elevato interesse naturalistico. A seguito della costruzione della Presa Enel, la formazione di uno sbarramento del fiume Volturno costituì quello che oggi rappresenta l’invaso di circa 7 ettari, del tutto artificiale; con il conseguente rafforzamento della parte abbandonata del fiume, si è costituito un ecosistema davvero particolare, che ospita fauna e flora tipica degli ambienti fluviali. L’Oasi de Le Mortine trova dunque la sua istituzione nel lontano 1987, quando il WWF Molise, con la sezione locale di Venafro, individuò un’area sulla quale puntare per la realizzazione di un’Oasi WWF.

L’Oasi de Le Mortine, con le sue peculiarità, è la porta d’ingresso nord-occidentale del Parco Regionale del Matese, uno scrigno di infinità biodiversità incastonata tra gli Appennini, riparo e casa per molte specie di elevato pregio naturalistico, che incrementano la diversità animale e floristica del Matese.

Per informazioni:

Mario Caniglia  Cell. 335 7447271  Tel. e fax 0865 904673  mario.caniglia@tiscali.it  Venafro (IS)

Giovanni Capobianco Cell. 349 6752761  gio.cap@hotmail.it  Piedimonte Matese (CE)