Alife, una città romana circoscritta da mura che hanno uno sviluppo complessivo di 1,9 Km.
Il perimetro murario è rafforzato da torri, sia quadrate che circolari e in corrispondenza del decumano maggiore (Via Roma – Via Napoli) e il cardine maggiore (via A. Vessella – Via G. Trutta), si trovano le porte urbiche, veri e propri archi romani, che danno l’accesso alla Città, un tempo complete da quattro enormi porte lignee che regolavano gli accessi.
Le mura erano state costruite abbastanza larghe da poter sostenere gli ingressi e i camminamenti tra una torre difensiva e l’altra, così da permettere alle truppe di spostarsi agilmente in caso di necessità.
All’interno delle mura sono ancora visibili tracce del vecchio castello collegato alle mura e un Torrione, ormai poco stabile, si erge ancora a difesa tra Porta Napoli e Porta Piedimonte.
Parti delle mura del castello, che si collegavano alle mura di Porta Napoli, ormai fanno parte di una serie di abitazioni certamente abusive, dovrebbe essere interesse della comunità cercare di recuperarle con un massiccio intervento.
Per avere informazioni più specifiche vi rimandiamo all’articolo di approfondimento sulla cinta muraria di Alife Città Fortificata.